Come Aumentare il Testosterone Nell Uomo

Stai pensando alla terapia con testosterone per aiutarti a sentirti più giovane e più energico mentre invecchi? Informati sui rischi prima di prendere la decisione.

La promessa della terapia con testosterone può sembrare attraente, ma ci sono molte idee sbagliate su ciò che il trattamento può e non può fare per te. Invecchiando, la terapia con testosterone può sembrare la migliore formula anti-invecchiamento.

Ma i benefici per la salute della terapia con testosterone – usati per trattare la diminuzione dell’ormone dovuta all’età – non sono così evidenti come sembrano. Scopri cosa si sa – e cosa no – sulla terapia con testosterone per l’invecchiamento normale.

Che cos’è il testosterone?

L’influenza del testosterone negli uomini

Il testosterone è un ormone che viene prodotto principalmente nei testicoli. Il testosterone aiuta a mantenere diverse funzioni nell’uomo, come:

  • Densità ossea
  • Distribuzione del grasso
  • Forza e massa muscolare
  • Peli del corpo e del viso
  • Produzione di globuli rossi
  • Desiderio sessuale
  • Produzione di sperma

Cosa succede ai livelli di testosterone con l’età?

I livelli di testosterone di solito raggiungono il picco durante l’adolescenza e i primi anni dell’età adulta. Invecchiando, i livelli di testosterone diminuiscono progressivamente; Di solito è circa l’1% all’anno dopo i 30 o 40 anni. Negli uomini più anziani, è importante determinare se un basso livello di testosterone è semplicemente dovuto a una normale diminuzione dovuta all’età o a causa di una malattia (ipogonadismo).

L’ipogonadismo è una malattia in cui il corpo non è in grado di produrre normali quantità di testosterone a causa di un problema ai testicoli o alla ghiandola pituitaria che controlla i testicoli. La terapia sostitutiva con testosterone può migliorare i segni e i sintomi di un basso livello di testosterone in questi uomini. I medici possono prescrivere testosterone sotto forma di iniezioni, granuli, cerotti o gel.

Un livello naturalmente inferiore di testosterone provoca segni e sintomi dell’invecchiamento?

Non necessariamente. Gli uomini possono sperimentare vari segni e sintomi mentre invecchiano. Alcuni possono verificarsi a causa di livelli più bassi di testosterone e possono includere quanto segue:

  • Cambiamenti nella funzione sessuale.  Ciò potrebbe includere diminuzione del desiderio sessuale, erezioni meno spontanee (come quelle che si verificano durante il sonno) e infertilità.
  • Cambiamenti nei modelli di sonno.  A volte, il basso livello di testosterone provoca insonnia e altri disturbi del sonno.
  • Cambiamenti fisici  Potresti notare diversi cambiamenti fisici, come aumento del grasso corporeo, riduzione della forza e della massa muscolare e riduzione della densità ossea. Potresti anche notare gonfiore o dolorabilità al seno (ginecomastia) e perdita di peli sul corpo. Potresti avere meno energia di prima.
  • Cambiamenti emotivi  Bassi livelli di testosterone potrebbero aiutare a ridurre la motivazione e la fiducia in se stessi. Potresti sentirti triste o depresso o avere difficoltà a concentrarti o a ricordare le cose.

Alcuni di questi segni e sintomi possono verificarsi a causa di numerosi fattori preesistenti, come effetti collaterali dei farmaci, apnea ostruttiva del sonno, problemi alla tiroide, diabete e depressione. È anche possibile che queste condizioni siano la causa di bassi livelli di testosterone e il trattamento per questi problemi può causare un aumento dei livelli di testosterone. L’unico modo per diagnosticare un basso livello di testosterone è mediante un esame del sangue.

La terapia con testosterone può promuovere vitalità e giovinezza?

La terapia con testosterone può aiutarti a invertire gli effetti dell’ipogonadismo, ma non è chiaro se potrebbe avere qualche beneficio per gli uomini più anziani che non hanno altre malattie.

Mentre alcuni uomini credono che l’assunzione di farmaci al testosterone possa aiutarli a sentirsi più giovani e più vigorosi man mano che invecchiano, ci sono pochi studi rigorosi che hanno analizzato la terapia con testosterone in uomini sani con livelli normali di testosterone. Inoltre, alcuni piccoli studi hanno rivelato risultati contrastanti. Ad esempio, in uno studio, gli uomini sani che assumevano farmaci per testosterone avevano una maggiore massa muscolare, ma non miglioravano la forza.

Quali sono i rischi della terapia con testosterone per l’invecchiamento normale?

La terapia con testosterone comporta diversi rischi. Ad esempio, la terapia con testosterone potrebbe causare quanto segue:

  • Contribuisci all’apnea notturna, un disturbo del sonno potenzialmente grave in cui la respirazione si interrompe e riprende ripetutamente
  • Causa acne o altre reazioni cutanee
  • Stimolare la crescita non cancerosa della prostata (iperplasia prostatica benigna) e quella del carcinoma prostatico esistente
  • Ingrandisci il seno
  • Limitare la produzione di spermatozoi o causare il restringimento dei testicoli
  • Aumentare il rischio di formazione di coaguli nelle vene profonde (trombosi venosa profonda), che possono staccarsi, muoversi attraverso il flusso sanguigno, depositarsi nei polmoni e bloccare il flusso sanguigno (embolia polmonare)

Inoltre, la terapia con testosterone può avere un impatto sul rischio di malattie cardiache. Le indagini hanno avuto risultati contrastanti, pertanto il rischio esatto non è ancora chiaro.

Dovresti consultare il tuo medico per la terapia con testosterone?

Se non sai se la terapia con testosterone potrebbe essere adatta a te, parla con il tuo medico dei rischi e dei benefici. È probabile che il medico misuri i livelli di testosterone almeno due volte prima di analizzare se la terapia con testosterone è un’opzione adatta a te.

Una malattia che provoca una riduzione insolita del testosterone può essere una ragione per la somministrazione di un integratore di testosterone. Tuttavia, attualmente non è raccomandato il trattamento dell’invecchiamento normale con una terapia con testosterone.

Il medico può anche suggerire metodi naturali per aumentare il testosterone, come perdere peso e aumentare la massa muscolare attraverso esercizi di resistenza.

Come Accelerare la Perdita di Peso

Accelerare il nostro metabolismo può aiutarci a perdere peso e sentirci bene con noi stessi. Ti mostriamo alcuni trucchi per questo.

Anche se hai ereditato il metabolismo della tua famiglia, non sei condannato ad accontentarlo e a vivere con il sovrappeso e il disagio che comporta. È sempre possibile modificare il nostro metabolismo e farlo funzionare con noi e non contro di noi per perdere peso.

I seguenti suggerimenti aiutano molte persone ad accelerare il metabolismo, in modo che il tuo corpo dimagrisca più velocemente, più sano e più naturale in meno tempo e con meno sforzo.

Suggerimenti per modificare il metabolismo e perdere peso

1. Mangia qualcosa di nutriente ogni giorno

Mangiare qualcosa di nutriente a colazione farà iniziare il tuo metabolismo a funzionare immediatamente e correttamente. Puoi avere qualcosa come una frittata di spinaci e formaggio feta con una fetta di toast di grano integrale poco dopo esserti alzato.

Questo perché la colazione dà energia al corpo; Soprattutto, lo fa da fonti a basso contenuto di grassi. Quindi, questo inizia a lavorare con il cibo che diamo e a perdere peso più facilmente.

Inoltre, è consigliabile cenare leggermente, poiché durante la notte trascorriamo diverse ore a digiuno e il corpo accumulerà più grasso possibile.

2. Aggiungi il tè verde alla tua dieta dimagrante

Il tè verde è noto per le sue proprietà antiossidanti, ma recentemente è stato anche scoperto che aiuta ad accelerare il metabolismo e, quindi, a perdere peso rapidamente.

Coloro che hanno l’abitudine di bere il tè verde hanno la possibilità di perdere peso più velocemente degli altri, perché facilita l’ossidazione dei grassi e la termogenesi. Tuttavia, ovviamente, questo dipende da altri fattori che è consigliabile rivedere con un professionista.

La quantità ideale è di 5 tazze di tè verde al giorno, il che aumenta notevolmente l’energia del corpo con solo 90 calorie.

3. Mangia cibi ricchi di omega 3

Sappiamo già che mangiare pesce ricco di acidi grassi omega 3 (come il salmone o il tonno) accelera il metabolismo, oltre a regolare i livelli di zucchero nel sangue e ridurre altri problemi come l’infiammazione. Inoltre, tali acidi grassi aiutano anche a ridurre la resistenza alla leptina, un ormone che facilita la perdita di peso.

Se non ti piace mangiare pesce o preferisci altre alternative, puoi aggiungere un integratore giornaliero di omega 3 che contiene tra 1.000 e 2.000 milligrammi o alcune noci per ottenere gli stessi benefici.

4. Non eliminare tutte le calorie dalla tua dieta

Abbiamo l’idea che coloro che eliminano più calorie dalla loro dieta riescano a perdere peso più facilmente. Anche se questo può essere vero all’inizio, quando il nostro corpo si rende conto che diamo meno calorie, inizia ad accumulare grasso per aumentare le sue riserve di energia. Pertanto, mangiare di più accelera il metabolismo, purché si scelgano cibi sani che forniscono nutrienti.

È anche importante non trascorrere lunghi periodi di digiuno. Idealmente, mangiare 6 volte al giorno (300 calorie ogni volta), invece di fare due pasti troppo abbondanti o calorici.

5. Aggiungi intensità diverse all’esercizio

La prossima volta che ti alleni (cammina, nuota, corri, ecc.) Aggiungi alcuni intervalli di 30 secondi in cui aumenti l’intensità e poi ritorni all’intensità normale. Questi lievi cambiamenti fanno sì che il tuo corpo consumi più energia, rafforza considerevolmente la capacità delle cellule di rigenerarsi e le aiuta ad avere più ossigenazione.

Con questo, puoi anche esercitare meno tempo ma raggiungere gli obiettivi desiderati molto più velocemente. Puoi aggiungere questi intervalli a qualsiasi sport che pratichi. 

6. Fai una pausa dopo l’esercizio

L’esercizio fisico è un dono che possiamo fare al nostro corpo e alla nostra salute, ma può anche causare affaticamento molto grave quando è troppo intenso. Sebbene l’esercizio fisico ci aiuti ad accelerare il metabolismo, un elemento chiave è un riposo adeguato, che consente al nostro corpo di tornare al suo stato di totale tranquillità.

È importante tenere presente che la quantità di calorie che bruci durante l’esercizio fisico deve essere maggiore della quantità che consumi; Questo ti aiuterà a perdere peso in modo più efficace.

7. Evitare i grassi trans

Abbiamo tutti sentito quanto sono cattivi questi tipi di grassi, ma riducono anche la naturale capacità del nostro corpo di bruciare i grassi. Questo perché alterano le nostre cellule e allungano il nostro metabolismo.

Come se ciò non bastasse, possono anche generare insulino-resistenza e infiammazione. Quindi eliminare i grassi trans dalla dieta, accelerare il metabolismo e perdere peso.

8. Aumentare l’assunzione di proteine

Il nostro corpo impiega più tempo a digerire cibi ricchi di proteine ​​rispetto a quelli ricchi di grassi o carboidrati. Ciò significa che quando mangi proteine, ti senti soddisfatto più a lungo, mentre il tuo metabolismo continua a funzionare e a bruciare i grassi per raggiungerlo.

Ciò si traduce in una notevole accelerazione del metabolismo e in una riduzione della fame. Inoltre, è stato dimostrato che il consumo di proteine ​​consente di aumentare la massa muscolare anziché il grasso.

Accelera il metabolismo con una buona dieta

La genetica segna alcune caratteristiche del nostro corpo, ma con alcuni cambiamenti possiamo prendere il controllo di ciò che vogliamo modificare e ottenere la perdita di peso. Accelerare il metabolismo significa che funzionerà più velocemente, brucerà più calorie e raggiungeremo o manterremo il nostro peso ideale.

Seguendo questi trucchi, diamo al nostro corpo l’opportunità di rimanere sani in modo naturale e autoregolato. Questo è molto più sano che provare diete complicate che generano pochi risultati o seguire una dieta povera che ci farà star male.

Dieta Keto Come Funziona

La dieta chetogenica o cheto consiste nel mangiare la massima quantità di proteine ​​e cibi sani ricchi di grassi come pesce, carne, avocado, uova, formaggio e frutta, limitando i carboidrati come cereali, farine, legumi, Frutta e verdura Ciò produce una perdita di peso in modo più rapido rispetto al ricorso a una dieta abituale.

E, quando non hai abbastanza riserve di carboidrati, il corpo usa le riserve di grasso per generare una fonte di energia, che produce corpi chetonici che sostituiscono zuccheri e glucosio come fonte di carburante per Il processo metabolico.

Con questa dieta il corpo subisce un grande cambiamento in breve tempo, poiché gli alimenti che sono fonti di vitamine e minerali vengono eliminati. Quindi, se stai cercando una dieta efficace e facile per perdere peso, la dieta Keto potrebbe essere un’opzione per te. Dai un’occhiata ai seguenti prodotti con i quali puoi ottenere risultati migliori e più veloci. 

Come funziona la dieta chetogenica?

Quando una dieta ha una predominanza di carboidrati, il corpo li utilizza come principale fonte di energia anziché di grassi (quindi la riserva aumenta e compaiono le famose persone grasse). La combustione dei grassi si attiva in due casi: nei periodi di digiuno (che non è molto salutare) e quando riduciamo significativamente l’assunzione di carboidrati e aumentiamo l’assunzione di grassi. Ciò che genera quella che viene chiamata “chetosi”, da cui il suo nome.

  • Quando viene utilizzato il grasso sano derivante dalla dieta a causa della scarsa assunzione di carboidrati, la produzione di trigliceridi che sono gli autori delle malattie, principalmente il sistema circolatorio, diminuisce.
  • Consumando meno carboidrati c’è meno glucosio che si trasforma in grasso, quindi abbassando i livelli di insulina (che favorisce il controllo nei diabetici).
  • Mangiare grassi e proteine ​​produce un effetto saziante poiché rimangono nello stomaco per un periodo di tempo più lungo, rispetto ai carboidrati.
  • Dovresti mangiare più frequentemente (ogni 3 ore), quantità adeguate di alimenti ricchi di grassi e proteine ​​essenziali (saranno il carburante principale) in modo che lo zucchero non diminuisca molto e le famose “rapine” non siano prodotte dalla fame. Ciò garantisce che la massa magra (muscolo) rimanga intatta, non si logori e venga utilizzata per l’energia. Più massa magra hai, più veloce sarà il metabolismo.
  • Distribuzione delle percentuali in calorie:

65% – 75% di grassi.

20% di proteine

5% –15% di carboidrati o meno di 60 grammi al giorno.

  • È necessario eseguire almeno 30 minuti di attività fisica in modo che l’effetto sia maggiore.
  • Supplementi come:

Grassi buoni (acidi grassi essenziali o polinsaturi). Le AGE contribuiscono alla funzione degli organi vitali, regolano le funzioni del corpo, sono essenziali per le cellule cardiache, controllano il colesterolo nel sangue, potenziano la combustione dei grassi accumulati e diminuiscono la risposta infiammatoria. Prendi capsule di Omega-3, Omega-6 o CLA (linolenico-linoleico) pure> 2 capsule al mattino e due a mezzogiorno durante i pasti.

Proteine:  questa proteina deve essere derivata dal siero di latte. Che ha tutti gli aminoacidi e basso contenuto di carboidrati. Per i frullati sono 2-3 cucchiai.

Multivitaminico:  un composto di vitamine, minerali e fitonutrienti aiuta a garantire che le funzioni del corpo siano adeguatamente adempiute, poiché la maggior parte di noi non ha l’abitudine di consumare da 5 a 6 porzioni di frutta e verdura. Prendi la mattina e il pomeriggio.

Bruciatore di grasso:  all’interno dei bruciatori naturali che non hanno effetti collaterali sulla salute, ci sono quelli che hanno il tè verde e il complesso B, che sono termogenici, cioè aumentano il consumo di energia. Prendi 30 minuti prima dell’attività fisica.

Cosa mangiare

Alimenti che dovremmo mangiare durante il giorno da 5 a 6 porzioni:

Le fonti più sane di grasso sono:

-Mangiare a tutti i pasti:

Uova di campo, olio di cocco, olio vergine di oliva, noci e semi come chia, noci, mandorle e quinoa.

Frutti a basso indice glicemico: avocado, limone, fragole, mirtilli, more, lamponi, ciliegie, pompelmo, pesca, mela verde, pera, kiwi.

-Nei tre pasti principali (cibi ricchi di omega 3):

Preferisci: tonno, salmone, sardine, trota, dentice, tilapia, gamberi, granchi, aragoste e sogliole.

Altre carni: coniglio, cavia, pollo (petto), agnello e carne rossa magra.

In insalate di verdure a basso contenuto di carboidrati (o indice glicemico) e ricchi di fibre:

Sedano, aglio, spinaci, lattuga, cavoli broccoli, cetrioli, zucchine, cavolfiore, pomodoro, carota, melanzane.

Carboidrati a basso livello glicemico: devono essere consumati in piccole quantità: riso integrale, lenticchie, piselli, latte scremato, yogurt greco.

Non mangiare alcun tipo di dolcificante o farina.

Bevi 8-10 bicchieri d’acqua durante il giorno.

Nota: questo tipo di dieta può essere fatto consultando il proprio medico prima, è importante eseguire esami precedenti per vedere il proprio stato di salute ed essere in condizioni ottimali. Si consiglia di seguirlo per un mese e quindi proseguire con sane abitudini alimentari come: maggiore consumo di frutta e verdura, buon apporto proteico e basso consumo di grassi e farine.